grazie a:     ROBERTO COSTA EBECH   –    ANDREAS GAD   –    CLAUDIO PANOZZO

ASIAGO (VI)  Domenica 6 Settembre 2015

Pellegrini conquista la seconda Strafexpedition

WLA_2996 straf1-620x400

Clima al limite dell’invernale quello che ha segnato le prime ore della Strafexpedition 2015. Appena 5 i gradi al momento del via alle ore 6.00. Una partenza che  non è passata certo in sordina visto che alcuni botti per festeggiare l’apertura della manifestazione hanno risvegliato l’intera città. 356 gli atleti che si sono presentati alle primissime ore del mattino pronti per lanciarsi lungo la duplice proposta di tracciati messa in campo dagli uomini della Sportiva 7 Comuni e sotto la guida di Franco Morello.

E mentre nelle parti più alte del percorso comparivano anche i primi fiocchi di neve, a testimoniare un clima alquanto rigido in quota, la testa della corsa prendeva forma già al primo transito a Forte Interrotto, dove il bolzanino Jimmy Pellegrini dava prova di voler far bene in questa domenica asiaghese. Dietro di lui si erano già gettati Massimo Adolfato e il vincitore 2014, Fabio Pergher, seguiti anche da Alberto Merlo.

Poco prima della Bocchetta di Portule i tracciati si biforcavano e allora tutto era chiaro. Pellegrini sgasava e Pergher, cercando di tenergli testa sbagliava qualcosa. Forse un paio di balise non viste e la sua gara finiva fuori strada costringendolo ben presto ad ammainare la bandiera. Non si dava per vinto però Adolfato, che sapeva amministrare le energie e procedeva spedito all’inseguimento, accompagnato inizialmente proprio da Merlo. Negli ultimi chilometri i distacchi si sfilacciavano e con Pellegrini ormai proiettato in solitaria verso la vittoria, Adolfato metteva tra sé e Merlo quei minuti necessari ad assicurargli il secondo gradino del podio.
Sotto l’arco trionfale di Piazza II° Risorgimento ad Asiago, Pellegrini stoppava il cronometro a 6:38:43. Passava quasi mezz’ora prima di vedere sbucare anche Adolfato (7:01:12) e, solo pochi minuti più arretrato, Merlo (7:07:15). “Oggi sono salito qui per vincere e ci sono riuscito. La corsa è stata bellissima e la leggera nevicata caduta in quota non ha fatto che aggiungere divertimento. Belle le pendenze e l’intero tracciato” è stato il commento finale del vincitore.

Nella gara dalle tinte rosa Sophie Andrey, svizzera con un dna predisposto per le lunghe corse in montagna faceva gara a sé e liquidava uno dopo l’altro tutti i chilometri della giornata tagliando la finish line con un tempo di 8:08:11, a soli pochi secondi dal pettorale 522, gloriosamente indossato da Pietro Ronzani, classe 1938, uno dei senatori di casa Marcialonga e vera icona della passione per lo sport in outdoor, quello puro, sano e dai contorni quasi romantici.
A circa 26′ dalla vincitrice, la seconda posizione andava a Ivonne Scrinzi (8:34:36), mentre a completare la triade femminile era Maria Catena Pizzino, già sul podio nel 2014 con il tempo di 8:57:18.

Non è mancata la competizione nemmeno sul nuovissimo tracciato Marathon che per il suo esordio ha proposto 40 km e 1.540 mD+. Il parà della Folgore, Riccardo De Bortoli ha fatto suo il percorso. Una scelta strategica del ritmo, conservato con una certa costanza, gli ha tuttavia permesso di non lasciare troppe speranze a chi inseguiva. Il suo tempo finale era di 4:02:39 e metteva in riga nell’ordine Luciano Meneghel (4:03:12) e Christian Maltauro (4:11:53).
Tra le donne ad imporsi è stata Irene Frizzo con un tempo finale di 4:49:12. La sua è stata una gara senza tanti pensieri, soprattutto dopo aver visto che le poche atlete che le stavano davanti sceglievano di proseguire sul più lungo tracciato integrale, fattore che le spianava la strada per la vittoria.
Alle sue spalle, a 5:09:15 si classificava in seconda piazza Silvia Dalla Costa e più in là, in 5:32:40 completava il podio Barbara Bertola.

 

 

In Italia, c’è solo un luogo che ha vissuto tutti i 41 mesi della Grande Guerra in prima linea: l’Altopiano di Asiago. In questi luoghi si svolse l’offensiva più grande mai organizzata dagli asburgici, la “STRAFEXPEDITION” la più grande battaglia di montagna mai combattuta dall’uomo. Tutte  queste montagne, per oltre tre anni, divennero campi di battaglie e teatri di stragi orrende, ovunque si possono scoprire resti e testimonianze della Grande Guerra, sentieri fortificati, linee trincerate, appostamenti, baraccamenti e strutture difensive  per presidi.

“e chi non sa soffrire, mai potrà capire”. (Battistino Bonali) 

Tutte le foto della precendente edizione 

emozioni…

Sono un ragazzo con 2 trapianti di organo (Fegato e Rene) che ieri ha corso il vostro Trail.
I miei complimenti per tutto e spero che il prossimo anno sia ancora migliore di questa “Prima”!!! Alan De Slucca

grazie di tutto per la bellissima corsa.

Era il mio primo trail così lungo ed è stata molto dura, ma il fatto di essere arrivato fino alla fine unito alla bellezza e alla storia dei paesaggi, ha reso questa giornata indimenticabile. Marco Sartori

Non avete idea di che sogno avete creato e dato a noi partecipanti con la Strafexpedition…grandiosi!! Alla prossima!! Giulia Borin

Strafexpedition il giorno dopo! Na tragedia di dolori  
Una tra le corse di questo 2014 più belle e massacranti. sentieri in cresta da brividi e i ricordi di un passato di guerra incisi sulla grigia pietra. Sebbene fosse la prima edizione , organizzazione eccellente,

Volevo farvi i più grandiosi complimenti e un applauso sincero,
per il modo in cui avete organizzato la competizione…  percorso fantastico e ottimamente segnalato, ristori ben attrezzati e soprattutto la gentilezza e la simpatia di tutto lo staff lungo il percorso che era calorosamente coinvolto con noi “faticatori”… Avete fatto un notevole sforzo visto anche la lunghezza del percorso, ma credetemi ben ripagato dalla meravigliosa riuscita. “E chi ben comincia è a metà dell’ opera” dicono… quindi all’anno prossimo sicuramente….. Dalle Nogare Domenico

Grazie!  Massimiliano Munari

Organizzazione spettacolare…bellissima gara!  Nicola Sassaro

Ragazzi….quante emozioni mi sono portata a casa….siete stati dei grandi….Grande organizzazione….Alla prossima, sono pronta per ripartire 
Barbara Zimei

Ciao, complimenti per la gara, bellissimo percorso e ottima organizzazione. Complimenti anche a tutte le persone dei ristori gentilissime e sempre con il sorriso. Avete fatto centro…. e come si dice “buona la prima”
Fabrizio Amadio

grazie a tutti e tantissimi complimenti: organizzazione perfetta e percorso stupendo  Annalisa Facchini

Un grande ringraziamento a tutti Voi per la grande disponibilità e impegno, giro fantastico. ottima la segnaletica e presenza di personale lungo tutto il percorso. Grazie ancora, alla prossima Mattiello Valter

Bravi!Bellissimo Trail organizzato molto bene!!!!! Olindo Trotto

Grazie di tutto,percorso spettacolare ,balisaggio e organizzazione perfetta. bellissimo!!!!! Loris Farolfi

BRAVI A TUTTA L’ORGANIZZAZIONE!! il ristoro numero 3….troppo simpatici!!!!!!  Giulia Borin

La mia gara del 2014, tanto attesa, tanto desiderata, andato tutto come prevedevo…. uno spettacolo!!!!!!

Grazie agli organizzatori, volontari e tutti quanti hanno contribuito alla mia felicità…..Alessandro Mammut Colomberotto

Gent.mi, volevo ringraziare per la bellissima giornata tutto molto bene, percorso segnato da 10 e lode volevo solo che ringraziarvi, al prox anno paolo vidotto

grazie di tutto per la bellissima corsa.

Era il mio primo trail così lungo ed è stata molto dura, ma il fatto di essere arrivato fino alla fine unito alla bellezza e alla storia dei paesaggi, ha reso questa giornata indimenticabile.

Grazie per la collaborazione e per l’opportunità che mi avete dato organizzando l’evento.  Marco Sartori

Franco, con il CUORE volevo ringraziare Te, tutta l’organizzazione e le Care Persone trovate lungo tutto il percorso che con il loro sorriso ed incoraggiamento ci hanno sostenuto moralmente durante l’impegnativo percorso, oltre a RINGRAZIARTI per avermi dato l’opportunità di ospitarmi in quei luoghi a me quasi sconosciuti.

La segnaletica Vi ha onorato e distinto, i ristori ben forniti, E’ stata molto dura, ma le emozioni provate prima della partenza con il Silenzio suonato, le emozioni lungo tutto percorso,….. nel di rispetto per quei luoghi  e per tutto ciò che abbiamo visto lassù, ogni sua pietra con il suo dolore, per non dimenticare.

Sono tornata ricca dentro, Emozioni, riflessioni di vita che fanno bene alla vita…….. anche questo è lo spirito trail, RINGRAZIA TUTTI, VI AUGURO OGNI BENE..
Alessandra Salvaro

buonasera… sono igor finiscer della vostra stupenda gara… stupenda è poco….  vi vorrei ringraziare per la magnifica  giornata di ieri… avete dato a noi trailer  un esempio di come si organizza una gara…. non avete sbagliato
nulla..!!!!.. tutto eccellente…    impossibile perdersi….!!! balisato  alla grande….ristori sempre ben forniti… e VELOCI.. nel. PIT-STOP.. riempi le borracce e parti…. sempre qualcuno sul percorso per un incoraggiamento… anche quando ..la fatica aveva il sopravvento… due parole due battute e si proseguiva..  avete dato un esempio a molte altre  competizioni trail a come svolgere una  gara di cosi alto livello..e. alla prima edizione   che quando si amano le cose…. vengano bene!!!!  ringrazio tutti… dallo staff  dirigente sempre con un occhio alla nostra  incolumità…  a tutto il soccorso alpino e membri  dislocati sul percorso( davvero molti)… alle persone facenti parte dei ristori……vi ringrazio ancora.. per il fornitissimo pacco gara e premio finiscer… p.s.    che ne dite magari per il prox anno anche di una 80??????? saluti  igor lucchese

STRAFE-LICE!
Sono arrivato dalla Maremma per fare questa gara e l’ho trovata meravigliosa e assolutamente all’altezza delle aspettative! Tutto il dislivello positivo concentrato nella prima parte ha reso la gara tosta al punto giusto. E poi ho trovato lungo il percorso volontari e tifosi meravigliosi. Complimenti vivissimi agli organizzatori per questo evento davvero emozionante e per lo stupendo contesto in cui si è svolto! Bau

Per ora scrivo Fantastico! Grazie!
Appena posso aggiungo altro, era pur sempre la “gara” della mia stagione!

Prima edizione da ricordare, a mio modo di vedere, quella di ieri in cui la macchina organizzativa si è dimostrata ampiamente all’altezza : percorso segnato divinamente e ben presidiato, ristori ben forniti e nei punti giusti, percorso stupendo e molto tecnico.
Credo che, a parte gli atleti del posto, siamo stati in molti ad aver sottovalutato questa gara, me compreso e invece si è rilevata molto ostica e tecnica vuoi per il fondo reso viscido dalle pioggie quasi incessanti, vuoi perchè il percorso spesso era spesso su fondo di pietra e con appoggi da stare attenti (prima parte fino all’Ortigara sopratutto).
Una menzione particolare per i posti visitati, oltre al ricordo ai caduti, va segnalata l’estrema bellezza dei panorami visti in una giornata che almeno al mattino era molto bella e con una temperatura perfetta.
Che altro aggiungere, ho già voglia di tornare per fare un giro con calma in questi posti meravigliosi, grazie ancora a tutta l’organizzazione della “Strafex” e bravo Franco  

Concordo al 200%. Gara bellissima, posti meravigliosi e giornata che meglio di così non si poteva sperare.

Che dire, la prima ultra non si scorda mai… Il percorso era segnalato benissimo, veramente complimenti!

Percorso spettacolare e tracciato benissimo. Punti di ristoro impeccabili e soccorritori ben distribuiti e molto gentili. Ottima prima edizioni complimenti a tutti, da rifare

Complimentoni per il risultato!!!

Durissima e bellissima oltre ogni aspettativa  
Complimenti all’organizzazione per aver pensato davvero a tutto… grazie!

Ciao, concordo con gli altri, anche io l’avevo sottovalutata. Il terreno carsico ha messo a dura prova i miei piedi  e la concentrazione del dislivello nella prima metà è stato abbastanza impegnativo. Ottima balisatura, impossibile perdersi. Ai ristori magari qualcosina di salato…  Complimenti agli organizzatori, una prima edizione riuscitissima. Grazie 

Complimenti agli organizzatori, come prima edizione è OK !

Strafexepedition , manifestazione stratosferica   !!
Percorso stupendo, tecnico nella parte alta, morbido in discesa ( peccato non aver avuto una buona gamba per la discesa )
Da rifare sicuramente e da consigliare !!!
Complimenti a tutti  

Moooolto bella…adrenalinica fino all’ Ortigara, più “rilassante” la seconda parte, ma sempre con la modalità “attenzione” inserita; da ricordare l’arrivo in piazza sotto il diluvio e comunque la gente ad incitare… STRAFORDINAREXPEDITION !!! BRAVI !!!

Grande percorso e davvero grande evento. I km e il dislivello parlerebbero di un trail alla portata…niente di più errato. Concordo con chi ha trovato una prima parte con molto pepe per via delle salite/discese, e una seconda parte con altrettanto pepe per via dell’interminabile discesa dall’Ortigara. Concentrazione sempre a 1000 per le condizioni del terreno quasi ovunque pesante di fango o lisciato dai voli o pietrisco bagnato o fondo bosco scivoloso…..Ma che viaggio…Più di tutto mi porterò dentro il “silenzio” suonato nella nebbia mattutina del passo Vezzena alla partenza. Se ci penso, ancora adesso…brrr…brividi

La mia 1a ultra !
Una fatica boia, ma ne è valsa veramente la pena, atmosfere suggestive e percorso mozzafiato !
COMPLIMENTI !

…non si contano i jolly giocati per non cadere su quel misto di fango+sassi lisci e bagnati+erba bagnata…ma una volta lassù…SPETTACOLO!!! Un bel sole, strapiombi ed un mare di nuvole sotto di noi…In definitiva il percorso valeva assolutamente la fatica fatta, per non parlare dell’arrivo trionfale in piazza ad Asiago!!! Organizzazione ottima (pernotto+colazione in palestra, trasferimento in pullman, premio finisher, docce calde ed abbondanti e pasta party finale).
Capitolo ristori…a mio parere sono stati ben distanziati e riforniti il giusto…
Sicuramente da consigliare…
Complimentoni a tutti quanti…

http://www.reggiocorre.it/foto_video.aspx?ida=2632

La mia prima 50km con dislivello importante (importante per me  ) e non la scorderò mai!!!
Ho relazionato la mia gara sul mio blog e bene o male mi trovo in accordo con tutto quanto scrittoohttp://trapiantalan.wordpress.com/2014/ … ion-trail/ !!!

Il percorso era davvero duro, più di quello che mi aspettavo, non pensavo che le pioggie di quest’anno avessero scavato così a fondo il tracciato e non avevo messo in preventivo che visti i miei ritmi medio bassi il passaggio di tutti quelli prima ha provocato veri e propri canali di fango, ma tutto sommato io sono orgogliosissimo e contento di me stesso!!!!
Ho sentito vociferare che il tracciato e la gara in sè come è stata domenica con quelle condizioni, non ha nulla da invidiare a una qualsiasi 60 con dislivello simile!!!

Primo ultra anche per me ,semplicemente emozionante , non scordero’ facilmente i brividi all’arrivo dopo 8 ore e mezza di sofferenza . Semplicemente fantastico.

GARA AMICA

vigolana trail 2015 (Mobile)